tuttounaltrogenere logo

  • 1
  • Home
  • Impegno e valori

IMPEGNO E VALORI

IMPEGNO E VALORI

Durante le proteste contro gli stupri che si sono susseguite in India durante il 2014 è comparso uno striscione: «Non dite alle vostre figlie di non uscire, dite ai vostri figli di comportarsi bene». La missione dell’associazione culturale “Tutto un altro genere”, in fondo, è questa: raccontare, alle donne e agli uomini, un altro genere di storie. Non solo: offrire la possibilità di uno sguardo diverso, obliquo, sulle relazioni interpersonali. Combattere gli stereotipi a colpi di narrazioni alternative, nella speranza che si tramandino e germoglino nuove forme, non violente, di convivenza tra i generi.
Nel 2021, ci trasformiamo in Organizzazione di volontariato per garantire a TUAG una giusta collocazione nel mondo delle associazioni del terzo settore. Pur mantenendo e accogliendo gli scopi della precedente associazione culturale, TUAG sceglie di ampliare i propri orizzonti dando spazio anche a nuovi obiettivi, come declinati nell’ articolo 3 dello statuto:

    • L'Associazione ha per oggetto lo svolgimento, in via esclusiva in favore di terzi, avvalendosi in modo prevalente dell'attività di volontariato dei propri Associati o degli enti Associati, della seguente attività di interesse generale:
    • interventi e servizi sociali ai sensi dell'articolo 1, commi 1 e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni;
    • educazione, istruzione e formazione professionale, ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53, e successive modificazioni, nonché le attività culturali di interesse sociale con finalità educativa;
    • interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell'ambiente e all'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, con esclusione dell'attività, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi (nonché alla tutela degli animali e prevenzione del randagismo, ai sensi della legge 14 agosto 1991, n. 281);
    • interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni;
    • formazione universitaria e post-universitaria;
    • ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
    • organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo;
    • radiodiffusione sonora a carattere comunitario, ai sensi dell'articolo 16, comma 5, della legge 6 agosto 1990, n. 223, e successive modificazioni;
    • organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso;
    • formazione extra-scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa;
    • servizi strumentali ad enti del Terzo settore resi da enti composti in misura non inferiore al settanta per cento da enti del Terzo settore;
    • accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti;
    • beneficenza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti di cui alla legge 19 agosto 2016, n. 166, e successive modificazioni, o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale a norma del presente articolo;
    • promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
    • promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di interesse generale di cui al presente articolo, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche dei tempi di cui all'articolo 27 della legge 8 marzo 2000, n. 53, e i gruppi di acquisto solidale di cui all'articolo 1, comma 266, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Grazie per il sostegno a: